5permille

Devolvi il tuo 5×1000 alla Fondazione per l’Osteoporosi o.n.l.u.s CODICE FISCALE 97557340011

Con il tuo 5×1000 ci aiuti nelle nostre attività:


PREVENZIONE
Prevenzione
Indice attività

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RICERCA

Tra il 2006 e il 2012 la Fondazione ha progettato, finanziato, con il contributo
della Compagnia di San Paolo e di alcuni amici e enti sostenitori, e realizzato con i ricercatori
della Struttura Complessa Universitaria di Geriatria e Malattie Metaboliche dell’Osso
dell’Università di Torino, coordinati dal Direttore, Prof. Giancarlo Isaia, il progetto di ricerca
AMMEB (Age Menopausal MEnarch BMI – Body Mass Index) per valutare la prevalenza dell’osteoporosi
nella popolazione femminile, evidenziando i più significativi fattori di rischio della malattia.
Oltre 1000 individui di sesso femminile sono stati selezionati, con un criterio randomizzato,
attingendo agli elenchi dei Medici di famiglia e sono state esaminate all’Ospedale Molinette dal
gruppo di ricerca. I dati ottenuti dalla ricerca sono stati accertati meritevoli di pubblicazione a
livello internazionale su “Calcified Tissue International” con il titolo “Prevalence of post
menopausal osteoporosis in Italy and validation of decision rules for referring women for bone
densitometry”. Attualmente in termini di consultazione è nei primi 100 su 66.000, digitando la
parola osteoporosi. I risultati ottenuti sono stati presentati con una conferenza stampa nel marzo
2014 e hanno avuto una grande risonanza su oltre 100 testate cartacee e on line. La ricerca ha
evidenziato numeri inattesi di persone malate di osteoporosi: nella popolazione femminile over 65,
oltre il 33% è colpita da Osteoporosi e circa il 47% da Osteopenia; circa il 17% delle donne è
andato incontro ad almeno una frattura non traumatica. Oltre i ¾ delle donne sottoposte a
densitometria ossea presenta una riduzione della densità ossea senza esserne consapevole.
Indice attività

INFORMAZIONE ALLA POPOLAZIONE

Il progetto si basa sull’utilizzo del web per poter contattare la maggior parte di
popolazione e medici a costi sostenibili. È stata realizzata una pagina in infografica che, con
immagini e poche parole, dà con immediatezza e efficacia, informazioni sull’Osteoporosi. Sarà
inviata via mail a tutti i contatti raccolti in questi anni, a medici e farmacisti, attraverso i
rispettivi ordini, ad associazioni e enti privati e pubblici disposti ad aiutarci nella diffusione.
Infine, sarà postata sul sito e sui social. Chiederemo a tutti di diffondere la pagina a amici e
conoscenti, invitandoli a loro volta a proseguire la catena di solidarietà.

info2-osteoporosi

Indice attività

INFORMAZIONE AI MEDICI

Indice attività

PREVENZIONE AI GIOVANI

L’Osteoporosi è una malattia poco conosciuta e, di conseguenza, poco temuta, nonostante colpisca
il 7.5% della popolazione italiana. Purtroppo in assenza di prevenzione e controlli medici mirati,
sfocia in fratture frequenti che possono essere fortemente invalidanti. Per quanto la malattia
colpisca più frequentemente gli anziani, il problema interessa molto anche i ragazzi perché
è nell’adolescenza/prima giovinezza che si compie e che si consolida la struttura ossea, quando
sono in piena attività i fattori di crescita: una alimentazione inadeguata per quantità e qualità
(pochi minerali) può interferire con la crescita e il consolidamento dell’osso, determinando un maggior
rischio di osteoporosi e sottopeso. Per questi motivi, la Fondazione per l’Osteoporosi o.n.l.u.s.
ha organizzato una campagna con concorso per gli studenti delle Scuole Secondarie di Secondo Grado:
“Osteoporosi: non solo un problema per vecchi”, che è un forte stimolo e un impegno per coinvolgere anche
i ragazzi e le ragazze educandoli a una maggiore attenzione alle esigenze del proprio organismo.

Indice attività