Per i medici

L’Osteoporosi è una grave malattia silenziosa che colpisce in Italia 4,5 milioni di persone, dei quali 1 milione uomini, pari al il 7,5% della popolazione.

 

Questa malattia ha un’enorme rilevanza sociale, poiché comporta un alto rischio di fratture che, nel caso di anziani, sono tra le cause di mortalità, oltre a un grande numero di invalidi: il 50% delle persone con frattura al femore subisce una forte riduzione della propria autosufficienza, e in circa il 20% dei casi richiede un’ospedalizzazione a lungo termine, con gravi oneri economici per il sistema sanitario e le famiglie.

 

Tuttavia la percezione di questa malattia da parte dei medici e dell’opinione pubblica è molto spesso scarsa e non sempre gestita coerentemente con la sua gravità sociale.

 

Per questo motivo la Fondazione per l’Osteoporosi o.n.l.u.s. ha dato vita al Progetto “Prevenzione con l’informazione.w” per informare la popolazione e indurla alla prevenzione, ma anche i medici devono essere preparati perché costituiscono la prima frontiera per contenere la malattia con prevenzione precoce e cure tempestive.

 

 

Lezioni sull’Osteoporosi del Prof. Isaia e della prof.ssa D’Amelio


Lezione 1 - L'osteoporosi, il paziente con fratture
Slide presentazione lezione 1 - CLICCA QUI PER SCARICARE (PDF)

Lezione 2 - L'osteoporosi, il paziente senza fratture
Slide presentazione lezione 2 - CLICCA QUI PER SCARICARE (PDF)

Lezione 3 - Fisiopatologia del metaolismo osseo
Slide presentazione lezione 3 - CLICCA QUI PER SCARICARE (PDF)

 

Introduzione alla Nota 79

La nota 79 è una Determinazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) relativa alla prescrivibilità S.S.N. di alcuni farmaci contro l’osteoporosi (scarica il PDF).

 

SCARICA INFOGRAFICA
L’infografica risponde in una sola pagina agli interrogativi più frequenti sull’Osteoporosi. Stampala e diffondila ai tuoi pazienti

 

 

COS’È L’OSTEOPOROSI

L’Osteoporosi è una malattia dello scheletro, a netta prevalenza femminile, caratterizzata dalla compromissione della resistenza dell’osso, che predispone la paziente a un aumentato rischio di fratture.

tavola1_ossa1

FUNZIONI DELLO SCHELETRO

Lo scheletro umano assolve a due principali funzioni: meccanica, in quanto la sua struttura lo rende elastico e resistente ai traumi, adattato alla stazione eretta e alla deambulazione metabolica, quale principale deposito di calcio e di altri minerali che sono indispensabili per la vita e che può immagazzinare e rilasciare al bisogno per mantenere in equilibrio numerose funzioni biologiche.

Conseguenze Cliniche dell’Osteoporosi

tavola3_coseguenze_cliniche

 

 

RIDOTTA QUALITÀ DI VITA

 

  • Incurvamento della colonna
  • Riduzione di statura
  • Addome globoso
  • Dolore acuto e cronico
  • Difficoltà respiratorie e problemi gastro-intestinali
  • Depressione

 

 

tavola4_radografia

Principali conseguenze della frattura di femore nell’anziano

  • Incremento della mortalità del 20% nei 6 mesi successivi l’evento fratturativo
  • Perdita definitiva dell’autonomia nel 20-30% dei casi
  • Necessità di lunga assistenza sanitaria nel 20% dei casi
  • Comparsa della paura di nuove cadute
  • Nelle donne la frattura di un femore raddoppia il rischio di frattura del controlaterale

 

LA GESTIONE DELL’OSTEOPOROSI

PROBLEMATICHE SPECIFICHE  DELL’ANZIANO

  1. PRESENZA DI POLIPATOLOGIE E NECESSITÀ DI POLIFARMACOTERAPIE
  2. MAGGIOR RISCHIO DI COMPLICANZE DURANTE IL RICOVERO IN OSPEDALE
  3. PIU’ FREQUENTI EFFETTI COLLATERALI  DEI FARMACI E SCARSA ADERENZA AI  TRATTAMENTI
  4. MAGGIORI DIFFICOLTÀ DI ACCESSO AI SERVIZI

Facilitare l’accesso alle cure  Il progetto GerOs Torino *

* Finanziato dalla Fondazione per l’Osteoporosi o.n.l.u.s.
 

 

IL BISOGNO

I pazienti con Osteoporosi con frattura residenti in zone periferiche hanno spesso difficoltà di accesso alle terapie in quanto non tutti i Centri specialistici che usualmente gestiscono tale patologia (Ortopedia, Fisiatria, Reumatologia, Geriatria) sono abilitati alla diagnosi e alla stesura del prescritto piano terapeutico, costringendo chi ne soffre, per lo più anziano e con plurime disabilità, a pesanti disagi per poter accedere alle cure.

 

CONTENUTI DEL PROGETTO

Abbiamo sviluppato una piattaforma informatica che consente di:

– creare una rete fra varie strutture specialistiche (Ortopedia, Fisiatria, Reumatologia, Geriatria) periferiche e il Centro di riferimento regionale per l’Osteoporosi;

– gestire in modo integrato la terapia per l’Osteoporosi con frattura garantendo diagnosi e piano terapeutico on-line da parte del Centro di Riferimento regionale per i pazienti afferenti alle strutture periferiche che hanno aderito al progetto;

– garantire equità di accesso alle terapie per Osteoporosi con frattura a tutti i pazienti della Regione attraverso un’ottimizzazione dei percorsi di diagnosi e cura.

 

1.  Ottimizzare i percorsi di diagnosi e terapia dei pazienti con Osteoporosi

– Facilitare l’accesso alle terapie con diagnosi e piani terapeutici on-line da parte di strutture periferiche minimizzando i disagi del paziente, per lo più anziano e disabile;

– Aumentare l’aderenza al trattamento e favorire l’appropriatezza prescrittiva.

 

2.  Ridurre i tempi di attesa per visite specialistiche

– Gestire on-line attraverso la piattaforma visite specialistiche ed esami;

– Ridurre gli accessi negli ambulatori ottimizzando l’attività specialistica.

 

3.  Raccogliere dati epidemiologici sulla patologia

– Costruire un database sulla casistica di fratture da Osteoporosi nella Regione Piemonte;

– Creare una base dati per lo sviluppo di pubblicazioni scientifiche.